Siete qui:Bandi e Avvisi / Avviso per la realizzazione e gestione infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici

Avviso per la realizzazione e gestione infrastrutture di ricarica per veicoli elettrici


APPROVAZIONE AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE D'INTERESSE PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI INFRASTRUTTURE DI RICARICA PER VEICOLI ELETTRICI - scadenza 27 febbraio 2021 ore 12.30

Reg. Pub. n. 69/2021

Allegato sub B) alla delibera di G.C. n. 81 del 17/12/2020
AVVISO PUBBLICO DI MANIFESTAZIONE D’INTERESSE
PER LA REALIZZAZIONE E GESTIONE DI INFRASTRUTTURE
DI RICARICA PER VEICOLI ELETTRICI
Il Comune di Villa Estense rende noto che intende espletare una manifestazione d’interesse avente ad oggetto l’installazione e conseguente gestione di sistemi di ricarica per veicoli elettrici in determinate aree di parcheggio del proprio territorio comunale, come indicate nell’allegato sub A) al presente avviso.
Il Comune è interessato, nel dettaglio, alla installazione e gestione di un'infrastruttura di ricarica composta da uno o più punti di ricarica o “EVC” per la mobilità elettrica. L’operatore dovrà controllarne gli accessi e occuparsi della gestione quotidiana dell’infrastruttura, della manutenzione e delle eventuali riparazioni da compiere.
L’operatore che riceverà in concessione le aree pubbliche dovrà erogare il servizio di ricarica dalla stazione EVC agli utenti finali (guidatori di vetture elettriche). Si occuperà inoltre dell’autenticazione del cliente, della gestione del sistema di pagamento e dell’eventuale assistenza tecnica necessaria.
Dovranno essere installati e gestiti EVC dotati di tecnologie informatiche per la gestione da remoto, in grado di rispondere alle esigenze attuali e future della mobilità elettrica.
Le Infrastrutture di Ricarica saranno composte da un numero di EVC compreso tra un minimo di 1 (uno) ed un massimo di 3 (tre) da installarsi in aree pubbliche all’interno del territorio comunale.
La concessione di area pubblica avrà durata di anni 9 (nove) a partire dalla data di rilascio del provvedimento comunale, con possibilità di rinnovo da concordarsi tra le Parti entro 60 giorni precedenti la scadenza.
L’iniziativa si intende a titolo sperimentale, con riserva per l’Amministrazione di valutare e apportare i correttivi necessari.
Le Infrastrutture di Ricarica dovranno essere accessibili 24 ore su 24 e 7 giorni su 7. Il sistema di ricarica non prevederà alcun blocco fisico che non sia rimovibile tramite il sistema di controllo remoto.
Il servizio di ricarica prevederà l’uso di uno smartphone o di una tessera identificativa cliente. Il sistema di gestione, di prenotazione e di fatturazione avverrà tramite una APP gratuita (disponibile per iOS e Android) che consenta, tra l’altro, la ricerca delle stazioni di ricarica su una mappa interattiva, compresa la verifica della disponibilità ed eventuale prenotazione all’uso oltre che il monitoraggio dello stato della carica in corso, compreso avviso di termine della ricarica e la visualizzazione del costo e l’attivazione e la gestione della ricarica e il pagamento.
L’operatore dovrà effettuare, a propria cura e spese, le seguenti attività:
- individuare congiuntamente al Comune, le aree dedicate alle installazioni delle stazioni di ricarica EVC per veicoli elettrici;
- progettare le “Aree dedicate”, composte dagli EVC e dagli stalli riservati alle auto durante l’erogazione del servizio (in numero non inferiore a due per ogni postazione di ricarica);
- richiedere le autorizzazioni necessarie alla installazione delle infrastrutture di ricarica EVC;
- collegare le infrastrutture di ricarica EVC alla rete elettrica, richiedendo al competente distributore locale una nuova connessione alla rete elettrica (POD) da intestarsi;
- provvedere alla installazione delle infrastrutture di ricarica EVC, che resteranno di sua proprietà;
- esercire e gestire le infrastrutture di ricarica EVC per l’intera durata della concessione dell’area;
- eseguire tutti i lavori di ripristino e gli interventi di adeguamento dell’area dedicata, necessari per l'installazione della infrastruttura di ricarica EVC;
- mantenere l’infrastruttura di ricarica EVC, al fine di garantirne il perfetto funzionamento per l’intera durata della concessione;
- mantenere costantemente adeguata la strumentazione delle infrastrutture di ricarica EVC agli obblighi normativi, nonché all'evoluzione degli standard tecnologici del settore;
- provvedere alla realizzazione di opportuna segnaletica orizzontale;
- provvedere a tutte le attività di collaudo;
- assolvere ad ogni obbligo ed onere, tassa ed imposta relativa alla posa delle infrastrutture di ricarica ECV;
- l’operatore dovrà fornire un quantitativo energetico non inferiore a 500KW/h di ricarica gratuita, utilizzabile dal Comune per ricaricare i propri veicoli elettrici;
Allegato sub B) alla delibera di G.C. n. 81 del 17/12/2020
- in caso di guasto o malfunzionamento della colonnina di ricarica EVC, dovrà riportarla in funzione operativa entro 15 giorni dalla segnalazione di guasto. Se dopo 30 giorni dalla segnalazione di guasto l’infrastruttura di ricarica EVC non fosse ancora riparata, il Comune potrà dichiarare decaduta la concessione dell’area, con conseguente rimozione dell’infrastruttura a cura e spese del Concessionario;
- rimuovere le stazioni di ricarica e ripristinare lo stato dei luoghi su richiesta scritta del Comune in presenza di sopravvenuti motivi di pubblico interesse o in conseguenza di sopravvenute disposizioni di legge o di regolamento che ne impongano la rimozione;
- al termine della concessione, il Concessionario dovrà eseguire, a suo totale carico e senza diritto a rimborso alcuno, i lavori occorrenti per la rimozione delle opere insistenti sul suolo pubblico e per il ripristino dello stato dei luoghi anteriori alla concessione stessa.
I lavori per l'installazione dell'impianto di ricarica elettrica e per la realizzazione degli stalli di parcheggio dovranno essere eseguiti a regola d'arte e dovranno essere osservate le disposizioni stabilite dalle Leggi e Regolamenti vigenti in materia.
Nell'esecuzione dei lavori il Concessionario dovrà attenersi a tutte le prescrizioni che il Comune, per mezzo dei suoi uffici competenti, riterrà opportuno suggerire affinché la postazione di ricarica e i connessi stalli di parcheggio vengano collocati in modo da arrecare il minor ingombro possibile e svolgere in modo ottimale la propria funzione. Il Concessionario dovrà realizzare i necessari allacciamenti alla rete dell’energia elettrica, consistenti nella nuova fornitura e relativo armadio stradale e realizzare il basamento su cui installare la stazione di ricarica, nonché gli stalli di parcheggio. L’intervento dovrà essere ultimato entro e non oltre 6 (sei) mesi dal rilascio di tutte le necessarie autorizzazioni.
La concessione sarà a rischio del Concessionario e il Comune concedente non dovrà mai essere chiamato a rispondere per fatti o danni derivanti da qualsivoglia ragione, e pertanto il Concessionario si impegna a tenere il Comune indenne da danni, molestie, oneri e spese che potessero conseguire direttamente o indirettamente all'esercizio dell’attività, sotto ogni forma e/o titolo.
Il Comune si impegna a:
- individuare, congiuntamente al Concessionario, le aree idonee, sotto il profilo funzionale e della visibilità, alla collocazione e installazione delle infrastrutture di ricarica ECV;
- autorizzare l’occupazione, per la durata di 9 (nove) anni, delle porzioni di area pubblica necessarie all’utilizzo degli EVC per veicoli elettrici e ai correlati stalli di parcheggio, dietro pagamento della Tassa di occupazione di suolo pubblico con le modalità e nella misura prevista dal vigente Regolamento;
- prestare la collaborazione necessaria a rispettare le eventuali scadenze convenute;
- autorizzare la sosta gratuita nei due stalli di parcheggio antistanti ogni EVC installato, esclusivamente ai veicoli elettrici, limitatamente al periodo necessario per la ricarica del veicolo.
Ai sensi dell’articolo 57 comma 9 del DL. 76/2020, è prevista l'esenzione della tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche, nel caso in cui i punti di ricarica eroghino energia di provenienza certificata da energia rinnovabile. In ogni caso, l’importo dovuto per l’occupazione di suolo pubblico sarà calcolato sullo spazio occupato dalle infrastrutture di ricarica senza considerare gli stalli di sosta degli autoveicoli, che rimarranno nella disponibilità del pubblico.
Qualora a seguito di controlli non siano verificate le condizioni previste, il comune richiederà il pagamento, per l'intero periodo agevolato, della tassa per l'occupazione di spazi e aree pubbliche, applicando una maggiorazione a titolo sanzionatorio pari al 30 per cento dell'importo.
Gli operatori interessati dovranno inviare le rispettive manifestazioni di interesse esclusivamente a mezzo PEC all’indirizzo villaestense.pd@legalmailpa.it entro e non oltre le ore 12:30 del giorno 27 febbraio 2021
I partecipanti devono essere in possesso dei requisiti di ordine generale di cui all’art.80 del D.Lgs. 50/2016 s.m.i., e dei requisiti di idoneità professionale di cui all’art. 83, comma 1, lett. a) D.Lgs. n. 50/2016 s.m.i., nonché dei seguenti requisiti di capacità tecnico organizzativa: regolare espletamento di almeno 3 (tre) attività di gestione di servizi di ricarica di veicoli elettrici.
Allegato sub B) alla delibera di G.C. n. 81 del 17/12/2020
La manifestazione di interesse dovrà essere presentata utilizzando l’apposito modello predisposto dal Comune allegato al presente avviso sub B), con allegata copia fotostatica del documento di identità in corso di validità del sottoscrittore e firmato digitalmente dal dichiarante.

AllegatoDimensione
delibera_81_allegato_modulo_a-istanza_di_partecipazione_e_dichiarazi.doc26.14 KB
bando_colonnina_elettrica.pdf1.18 MB
delibera_81_delibera_copia_conforme.pdf274.43 KB

SISTEMA INFORMATIVO TERRITORIALE

Logo SIT Provincia di Padova

Calcolo IMU

Elezioni

Elezioni

Risultati elettorali

Risultati elettorali

6000 campanili

6000 campanili

Calendario Eventi

Calendario Eventi

Associazioni

Reteventi

Filò

Filò

Suap

Suap

Cultura

Cultura

Biblioteca Comunale

Biblioteca Comunale

 

Sociale

Sociale

Scuola

Scuola

Sport

Sport

Protezione Civile

Protezione Civile

Coronavirus

Coronavirus

Pechete

Pechete

Proloco

Proloco

Gal Patavino

Gal Patavino

bur

bur